Curare il morbo di Dupuytren

I tre trattamenti del morbo di Dupuytren

Oggi la cura del morbo di Dupuytren, dipende dal grado della malattia.  Esistono 3 cure diverse:

  •  cura medica e kinesiterapia per il grado 0 e nodulare.
  •  cura percutanea-infiltrativa per il grado 1, 2, 3.
  •  chirurgia  cruenta per il grado 4.

Attualmente la cura percutanea-infiltrativa é il riferimento nel trattamento del malattia di Dupuytren.

I diversi trattamenti del morbo di Dupuytren
I tre trattamenti del morbo di Dupuytren

Cura medica e kinesiterapia

Cura medica :
Diversi medicinali per via locale e per via orale sono efficaci.

  • per via locale con delle pomate alla vitamina E, acido ialuronico, collagene. (In uso locale con massaggi profondi del palmo della mano e delle dita).
  • per via orale con la  vitamina E, il collagene, la soia e l’ avvocado, la colchicina (in caso di acido urico alto). La cura medica locale e orale rallenta lo sviluppo ipertrofico della fibrosi palmare nel morbo di Dupuytren grado 0 e nodulare.

Kinesiterapia :

Massaggio profondo locale delle corde e dei noduli,  mobilizzazione in estensione delle articolazioni in caso di anchilosi articolari, più trazione (stretching) progressiva manuale del palmo e delle dita.

L’elettroterapia locale tipo ultrasuoni e ionoforesi puo rallentare la malattia. Le onde d’urto radiali a bassa potenza sono in fasi di studi.

La cura medica e la kinesiterapia sono indicate come “le cure per eccellenza” nella fase iniziale del morbo di Dupuytren (grado 0 e inizio del grado 1), e possono essere associate in seguito alla tecnica percutanea-infiltrativa.

 

 Cura percutanea-infiltrativa

La tecnica è stata sviluppata a Parigi nell’ospedale Lariboisiere da più di 35 anni. Tecnica efficace con ottimi risultati (“Società Francese” dello studio e del trattamento non chirurgico  del Dupuytren) .

Il principio è la sezione percutanea delle corde palmari e dei noduli con iniezione localmente di collagenasi, o di nuovi cortisonici per atrofizzare e ridurre la fibrosi patologica  del Dupuytren.

La tecnica percutanea-infiltrativa del morbo di Dupuyten si realizza:

  • Con un ago sotille, in anestesia locale.
  • Senza ricovero: ambulatorialmente o in day hospital.
  •  Senza apertura chirurgica cruenta della mano: le corde palmari ispessite e accorciate vengono sezionate al livello del sottocutaneo in diversi punti, liberando la fascia palmare con recupero della normale estensione  del palmo e delle dita.

3 diversi prodotti possono essere iniettati:

  • Acido ialuronico
    L’acido ialuronico con o senza cortisonico in sotto cutaneo per il Dupuytren (grado 0 e la forma nodulare)
  • Nuovi cortisonici
    Cortivazolo e altri nuovi cortisonici, ecc.
    Realizzato con infiltrazione nelle corde e nei noduli palmari, con forte effetto atrofizzante del tessuto fibrotico patologico del Dupuytren (grado 1, 2 e 3)
  • Collagenasi
    Collagenasi: enzima proteolitico specifico iniettato con infiltrazione nelle corde e nei nodul palmari. Riduce la malattia fibrotica locale, nel caso di grado 1, 2 e 3  (Questa terapia con la collagenasi è sempre in fase di studio in Francia).

I risultati: La tecnica percutanea-infiltrativa dà dei risultati immediati, con veloce recupero della normale funzionalità.

Per vedere i risultati della tecnica percutanea-infiltrativa: clicca qui.

Vantaggi:

  • La tecnica é non invasiva, senza apertura chirurgica del palmo e delle dita.
  • La tecnica puo essere facilmente ripetuta al bisogno. Al contrario della chirurgia cruenta.
  • Con dei risultati  ottimi per i gradi 1 e 2, e dei buoni risultati per il grado 3 della malattia di Dupuytren.

Nella nostra esperienza abbiamo riscontrato 30% di ricadute nei casi severi: grado 2 e 3 dopo 5 anni, come nella casistica Francese. (Per evitare o diminuire il rischio di ricaduta, la cura deve essere realizzata il più presto possibile all’inizio della malattia di Dupuytren nel grado 1).

Puo essere utile un piccolo tutore notturno  e alcune sedute di kinesiterapia per 3 settimane dopo la cura percutanea-infiltrativa nei casi severi grado 2 e 3.

Chirurgia cruenta

  • Nel morbo di Dupuytren grado 4
  • In caso di grave sclerosi cutanea +/- associata ad cicatrice retrattile.
  • In caso di anchilosi articolare del dito o delle dita.
  • Può inoltre essere indicata in caso di recidiva precoce e ripetuta, dopo la tecnica percutanea-infiltrativa.

La chirurgia cruenta é sempre meno utilizzata nel trattamento del morbo di Dupuytren.